Sant'Urbano

Omicidio-suicidio: donna soffocata

E' morta per soffocamento Leila Kinser, la donna americana di origini russe, uccisa il giorno di Pasquetta all'interno della sua abitazione di Pozzoleone (Vicenza) dal marito Bradley Joel Kinser che poi si è tolto la vita tagliandosi la gola. E' quanto emerge dall'autopsia effettuata all'ospedale di Vicenza dal dott. Dario Raniero, dell'Istituto di medicina legale di Verona. Sin dalle prime ore dopo la scoperta dei cadaveri, gli investigatori avevano o ipotizzato la pista dell'omicidio-suicidio. La donna era stata rinvenuta a letto senza ferite particolari, mentre l'uomo era stato ritrovato in bagno con la gola tagliata, dopo essersi provocato ferite più leggere anche sulle braccia.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie